Obiettivo del Corso  - Premessa – Relazione Sintetica

L’obiettivo finale è quello di consentire ad un soccorritore occasionale di effettuare una corretta rianimazione cardiopolmonare e dunque di intervenire in tutti quei casi in cui vi sia una persona in pericolo di vita. La tecnica insegnata ripercorre .

La seconda edizione di questo manuale di rianimazione cardiopolmonare secondo la metodica BLSD presenta gli aggiornamenti relativi all’esecuzione di un soccorso occasionale. All’allievo  verranno  esposte le metodiche per effettuare le manovre salvavita sia in assenza di ausili terapeutici e strumentali, sia avendo a disposizione del materiale per migliorare la propria azione.

Grazie al Manuale che verrà consegnato,  dedicato principalmente ad un lettore non esperto, l’allievo  troverà le principali indicazioni per poter eseguire un soccorso in sicurezza e con efficacia, ma anche chi conosce già  queste manovre può trarre benefici da questo utile punto di riferimento.

La lettura del testo non sostituisce la pratica, che le basi e le linee guida di un metodo diffuso in tutto il mondo, il B.L.S.D., Basic Life Support and Defibrillation.

Si tratta della metodica di insegnamento senza dubbio più diffusa al mondo. Abbiamo scelto di utilizzare questa tecnica per due motivi.

Il primo è che ci sembra ottima, sia nella parte esplicativa che nei risultati che si prefigge. Il secondo è che essendo la tecnica più conosciuta e praticata, mette il soccorritore in

grado di aiutare, o a sua volta ricevere aiuto, durante l’esecuzione di un soccorso, da parte di altri soccorritori.

Per mantenere attive nella memoria le azioni da dover eseguire, l’intero percorso didattico e pratico deve essere periodicamente richiamato.

 Il testo prevede una parte iniziale dove sono richiamate l’anatomia e i principali cenni

di fisiologia utili alla comprensione delle manovre. Vengono poi affrontate le singole manovre della rianimazione, fin nei dettagli.

La terza parte rappresenta il corpo del testo, cioè la parte che viene dimostrata in

pratica più che spiegata.

La quarta parte prende in considerazione le principali patologie che si possono presentare ad un soccorritore e che richiedono un intervento immediato per supportare la vittima in attesa dei soccorsi ed inoltre la capacità di gestire le informazioni da trasmettere allo scopo di orientare il personale di assistenza.

Proprio per garantire a lui una certa tranquillità anche di fronte all’imprevisto, abbiamo voluto produrre un libro che presenti una riconosciuta tecnica di salvataggio della vita umana all’interno del contesto della patologia subacquea. L’obiettivo è quello di indurre, nella mente di chi si possa trovare a gestire un soccorso, un percorso che possa

diventare un automatismo, evitando inutili perdite di tempo che possano

rendere inefficace l’azione di salvataggio sanitaria e ricevere istruzioni.

Da ultimo è importante ricordare che la tecnica qui esposta si riferisce all’intervento di soccorso su un soggetto adulto che non abbia subito un incidente di natura traumatica. La gestione di un soccorso su un bambino di età inferiore agli otto anni o su un traumatizzato, infatti, richiede ulteriori informazioni che esulano dal nostro obiettivo di base. Le informazioni offerte da questo libro mettono in condizione di affrontare la maggior parte degli incidenti e danno un orientamento su come comportarsi in ogni evenienza.

Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Curabitur pharetra dapibus pharetra. Donec interdum eros eu turpis pharetra et hendrerit est ornare. Etiam eu nulla sapien. Nullam ultricies posuere nunc, eget mollis nulla malesuada quis.

Si sottolinea che questo Corso è propedeutico per la frequenza e l'ammissione al Corso Successivo 

clicca di seguito "RESCUE DIVER"  o sulla foto-